02 giu 2012

ITW Carla D'Innocenzo Team Rider 2012-2013 Volkl-Snowboards

Terminata la 5th edizione del Chicks on Board, vi ricordo che sono state assegnate due importanti sponsorizzazioni messe in palio dai partner dell'evento.
Oggi è il turno di  Carla D'Innocenzo scelta  dall'azienda  Volkl-Snowboards.com/it. come  Team Rider 2012-2013.
Ecco qui una simpaticissima intervista della rider romana:



Rider romana con una spiccata attitudine ad assimilare facilmente dialetti di tutte le regioni d’Italia, Carla si è fatta notare negli ultimi anni grazie alle sue grandi doti di snowboarder e capacità di affrontare tutte le strutture che un park può offrire.  Si sa esprimere su salti, rail e come ogni rider che si rispetti non disdegna il powder, il suo riding completo fa spesso invidia anche a parecchi maschietti.
Carla, per gli amici Charlie, ci racconta in questa breve intervista, la sua esperienza nello snowboard e come affronterà la prossima stagione in vista della nuova sponsorizzazione Völkl Italia che si è guadagnata partecipando al Chicks on Board 2012.
Ciao Carla, raccontaci un pò di te.
Ciao ragazzi! Mi chiamo Charlie e quando non sono in giro per le montagne vivo a Roma. Ho da poco 25 anni e faccio snowboard da circa 5 anni grazie a mio fratello che mi mise su una tavola a Campo Imperatore ma mooooltissimi anni fa! Home resort?! Uhmm.. Italia.


Durante questa stagione hai partecipato a molti contest in giro per l’Italia, sei una rider competitiva o partecipi solo per divertimento?
Inizialmente non pensavo di essere una rider competitiva, quest'anno in particolare mi sono ricreduta. Mi piace troppo girare con tante donne, mettermi alla prova e sentire quell'adrenalina da prestazione che si può percepire solo durante una gara, anche se non semplice da gestire.

Da diversi anni partecipi al Chicks on Board confrontandoti  con gran parte delle snowboarders italiane. Cosa pensi di questo evento?Penso sia uno dei pochi eventi italiani che migliora di anno in anno e sprona noi rider a dare sempre il massimo proponendo sempre dei percorsi interessanti sui cui potersi mettere alla prova. Ha risvegliato la necessità di dare importanza a noi femminucce e ha creato una vera e propria compagnia di rider che oltre a confrontarsi, partecipano per il gusto di girare in compagnia e conoscere tante altre ragazze.. l'unione fa la forza! 

L'inverno 09/10 lo hai trascorso interamente a Livigno, come ti sei trovata e che cosa ti ha portato questa esperienza? La consiglieresti alle altre rider?
Esperienza meravigliosa anche grazie alle le mie ex coinquiline: Pise, Gnara, la Camy e Clod che l'hanno resa indimenticabile! Penso sia stato l'anno in cui ho osato di più, mi ha aiutato ad andare oltre, cercare nuove emozioni e a provare strutture che se non avessi avuto a portata di mano, forse, non avrei mai fatto. La consiglio se si intende migliorare ed affinare la propria tecnica ma soprattutto conoscere questo sport un po' più intimamente. In particolare Livigno ospita molti eventi europei che non si può far altro che ammirare..

Preferisci girare con uomini o donne?
Il top sarebbe girare con un gruppo misto. Girare con gli uomini è un allenamento visivo e fisico perchè vanno sempre oltre quello che una donna mira a fare quindi: rubi con gli occhi,  alle volte ci provi e..magari ci riesci (prendendo anche sonanti cartelle) facendoli esultare ma... niente è più soddisfacente di una ola femminile che ti dice “grande! l'hai chiuso!”..hai davanti una persona che ha, se non di più, le tue stesse capacità e ti capisce a pieno! Poi l'attenzione e l'affiatamento che nasce tra noi è imparagonabile.
Cosa pensi dello snowboard femminile e che cosa potrebbe migliorarlo almeno in Italia?
Lo snowboard femminile negli ultimi anni è migliorato a dismisura, il livello ed il numero di riders è aumentato, è nato anche il concetto di “raidare tra donne”.. il Chicks ne è un palese esempio. Attualmente abbiamo delle rookie che ci rappresentano con stile e bravura nei migliori contest e fra qualche anno saranno delle fantastiche leonesse. Sono dell'idea che questo andazzo, questa prole ed eventi come il Chicks saranno indispensabili per portarci ad un ottimo livello europeo.

Tra le partecipanti al Chicks on Board 2012 sei stata scelta da Völkl Italia come rider più completa aggiudicandoti una sponsorizzazione. Cosa pensi abbia colpito del tuo riding e come affronterai la prossima stagione?
Essere sprezzante del pericolo, impavida e pazza?! No scherzo! Il mio riding è sempre e solo stato dettato dalla passione di raidare, dall'emozione di provare e mai dalla necessità di dimostrare.  Forse la naturalezza e la felicità che caratterizzano ogni mia giornata in park! ...(forse anche un po' la parlantina) Per il prossimo anno... prospetto altri mesi interessanti e senza sosta, sicuramente eccitanti, in cui darò il massimo!
KAWABONGA!

Hai superato le selezioni per diventare maestra. Complimenti!!! Come hai in mente di sfruttare al meglio la sudatissima patacca?
Divulgare la passione dello snowboard in tutte le sue forme e a tutti gli abitanti del mondo... ahahahah ma non solo, ho tanti sogni nel cassetto!
Ringraziamenti.
'Spè che srotolo il papiro.. Per incominciare la mia famiglia, mio fratello che mi sopporta sempre anche quando sbrocco senza senso, tutte le mie amiche di Roma che hanno sempre sostenuto la mia passione con pazienza.. Il chicks on board per quest'occasione infinita, chiaramente Marco Navarra di Völkl, Femipleasure,  RockInTheMiddle,  Manuela la mamy acquisita, Jane in assoluto la migliore compagna di riding, Giulia con cui ho fatto su e giu' per l'Italia come se cambiassi quartiere di Roma, il mio Pollo che mi ha insegnato una marea di trick e crede sempre in me, Frappina, Alessandro che ha sempre vegliato sul mio snowboard da Milano, tutte le ragazze del Chicks, Ilenia che quest'anno in finale non c'era ma è come se ci fosse stata, le mie compagne di team femi: Monica, Moira ed Arianna. La Woody, la Sere, Anto ed Agnese, Chicca, i ragazzi di Livigno, o meglio, i “quaranta ladroni” con cui ho trascorso delle giornate indimenticabili, i ragazzi dello Swup di Campo Felice e dell'Alien Park di Pescocostanzo che mi hanno sostenuto quando facevo la polentona e ri-accolto come se non fossi mai mancata... Il Gravity Seaside Snowpark del Pulicchio, gli shapers ed i riders che mi hanno sempre fatto sentire a casa.
Ringrazio tutte le persone che mi hanno regalato una giornata di riding quest'anno che per me è stato indimenticabile. Per le persone che non ho messo in lista, scusate...ma sappiate che ci siete sicuramente! Grazie a tutti

Testo : Ufficio Stampa Volkl-Snowboards Italia
Credit Photo: Yari Ghidone, Laura Fusco, Alberto Martinelli  e Gigi Amore

Nessun commento:

Posta un commento